Un gruppo è più della somma delle sue parti

giugno 28, 2013 at 11:15 am

…è sprecarsi d’energia piuttosto che fare attenzione per risparmiarla…

…è la volontà di dare fiducia prima ancora di chiedersi se l’altro stia facendo lo stesso, è quell’affidarsi totale quotidiano a persone che non ti sei scelto. E’ farlo nella consapevolezza che condividiamo un sogno…

…è spremersi d’empatia senza pretenderla dagli altri…

…è accettare di trovarti davanti ad uno specchio che fa anche da lente di ingrandimento dove serve, e lo fa per te…

…è investire ascolto che entrerà in un tale turbinio di parole da venirti restituito in modi nuovi e inaspettati…

…è il coraggio di affrontare la diversità dell’altro per affrontare se stessi…

…è il riconoscere la linea sottile tra il lavoro da fare e la necessità di farlo insieme…

…è il kaleidoscopio di sentimenti ed emozioni attraverso cui imparare la realtà e giocarsi il proprio crescere…

…è morire a se stessi in certe parti, anche profonde e cocciute, per fare spazio all’altro…

…è la bellezza di condividere un cammino in cui niente è per caso, soprattutto i compagni di viaggio.

Sara