The Israeli military escort didn’t accompany Palestinian schoolchildren, exposing them to settlers’ attack

aprile 10, 2014 at 6:51 pm

At Tuwani – On April 10 the Israeli military escort didn’t accompany the Palestinian children from Tuba and Maghayir Al Abeed on the way back from school to their villages.

The children reached the meeting point with the military escort at 12:15 pm, the escort was supposed to arrive at 12:30 pm as every Thursday. Where the children wait is a dangerous place, very close to the Israeli settlement of Ma’on and the illegal outpost of Havat Ma’on. Even if International volunteers made different phone calls to the DCL (District Coordination Liaison) and directly to the Israeli army office the escort didn’t arrive. So at 1:20 pm the children decided to reach their homes by a longer path that crosses Palestinian owned lands very close to the south-western side of Havat Ma’on outpost. Because of the danger, International volunteers accompanied the children. At 1:50 pm two young Israeli settlers attacked children and volunteers, throwing rocks with slingshots. The attack lasted about 3 minutes and forced the children to run toward the hills in order to reach the Palestinian village of Tuba.

The misconduct of the Israeli military escort often endangers the Palestinian children whom the soldiers should protect. The schoolchildren were attacked by Israeli settlers also on April 9, while the escort was present: http://tuwaniresiste.operazionecolomba.it/?p=3130

 

La scorta militare israeliana non ha accommpagnato i bambini palestinesi a casa da scuola, esponendoli a un attacco dei coloni.

At Tuwani – Il 10 aprile la scorta militare israeliana non ha accompagnato nel tragitto da scuola a casa i bambini di Tuba e Maghayir Al Abeed.

I bambini hanno raggiunto il punto d’incontro con la scorta alle 12:15, dove i militari sarebbero dovuti arrivare alle 12:30 come ogni giovedì. I bambini aspettano sempre la scorta in un punto pericoloso, molto vicino alla colonia israeliana di Ma’On e al avamposto illegale di Havat Ma’On. Anche dopo diverse telefonate fatte dai volontari internazionali alla DCL (District Coordination Liaison) e direttamente all’ufficio dell’esercito israeliano, la scorta non si è presentata. Così alle ore 13:20 i bambini hanno deciso di raggiungere le loro case tramite un percorso più lungo. Questo percorso attraversa terreni di proprietàà palestinese molto vicini all’estremità sud-ovest dell’avamposto di Havat Ma’On. Dato il pericolo, i volontari internazionali hanno accompagnato i bambini.

Alle 13:50 due giovani coloni israeliani hanno attaccato bambini e volontari, lanciando loro pietre con delle fionde. L’attacco è terminato 3 minuti dopo, costringendo i bambini a scappare per raggiungere il villaggio palestinese di Tuba.

La negligenza dei militari israeliani spesso mette in pericolo i bambini palestinesi, che i soldati hanno il compito di proteggere. I bambini sono stati attaccati dai coloni israeliani anche il 9 aprile, mentre la scorta era presente: http://tuwaniresiste.operazionecolomba.it/?p=3130