C/S: Il Comitato Popolare delle Colline a Sud di Hebron lotta per una vita dignitosa per gli scolari Palestinesi

marzo 18, 2013 at 9:50 am

18 marzo 2013

At-Tuwani – Il 16 e il 17 marzo, il Comitato Popolare delle Colline a Sud di Hebron ha costruito una tenda vicino al villaggio di At-Tuwani per fornire un riparo a venti scolari, che devono aspettare all’aperto la scorta militare israeliana necessaria per proteggerli dalla violenza dei coloni lungo la strada da e per la scuola. Le forze israeliane hanno già abbattuto per due volte la tenda e confiscato i materiali di costruzione. L’azione è stata organizzata in cooperazione con la scuola di At-Tuwani.

I bambini, dai 6 ai 16 anni, provenienti da i villaggi delle colline a sud di Hebron di Tuba e Maghayir Al Abeed, necessitano di una scorta militare israeliana, che li protegga dagli attacchi dei coloni lungo il percorso da e per la scuola, nel vicino villaggio di At-Tuwani. Ogni giorno devono attendere la scorta per ritornare a casa sulla collina di Khelly. Dall’inizio del corrente anno scolastico, la scorta militare ha ritardato per più di cinque minuti circa il 50% dei pomeriggi (54 su 70). In totale i bambini sono stati costretti ad aspettare per la scorta, con qualsiasi tempo meteorologico, per più di 21 ore.

Sabato mattina alcuni attivisti per la pace palestinesi, israeliani e internazionali hanno montato una tenda vicino al villaggio di At-Tuwani per fornire un riparo ai bambini. L’esercito, la Border Police e gli agenti di polizia israeliani sono immediatamente arrivati sul posto e hanno tentato di allontanare gli attivisti. Poco dopo mezzogiorno l’esercito ha dichiarato l’area ‘zona militare chiusa’ per 24 ore e ha ordinato l’evacuazione. Un attivista internazionale è stato arrestato. Dopo circa un’ora la tenda è stata abbattuta dall’esercito e dalla polizia israeliana.

Alle 10:30 di domenica mattina i bambini della scuola di At-Tuwani, provenienti da sette villaggi delle colline a sud di Hebron, hanno marciato verso l’area con lo scopo di ricostruire la tenda. I bambini sono entrati nell’area militare chiusa e si sono frapposti tra i soldati e le persone che stavano ricostruendo la tenda, in solidarietà con i loro compagni di scuola di Tuba e Maghayir Al Abeed. Le forze israeliane, dopo aver allontanato tutti i presenti, hanno di nuovo smantellato la tenda, questa volta confiscando i materiali da costruzione.
Le comunità palestinesi di quest’area hanno dimostrato ancora una volta di essere fortemente impegnate nel rivendicare i loro diritti e nel resistere all’occupazione israeliana, scegliendo il metodo nonviolento.

Durante la scorsa settimana i coloni dell’avamposto di Havat Ma’on, nelle colline a sud di Hebron, hanno iniziato una nuova costruzione illegale. Nonostante le autorità israeliane siano state informate di questo, ad oggi non hanno fatto nulla per fermare questi lavori.

Maggiori informazioni riguardo alla scorta militare negli anni passati sono disponibili nel report “The Dangerous Road to Education. Palestinian Students Suffer Under Settler Violence and Military Negligence” a questo link: http://goo.gl/CXfi9

Operazione Colomba mantiene una presenza costante nel villaggio di At-Tuwani e nell’area delle colline a sud di Hebron dal 2004.

Foto dell’incidente: http://snipurl.com/26mssog

Video dell’incidente: presto disponibile

Per informazioni:

Operazione Colomba, +972 54 99 25 773

[Note: secondo la IV Convenzione di Ginevra, la II Convenzione dell’Aja, la Corte Internazionale di Giustizia e numerose risoluzioni ONU, tutti gli insediamenti israeliani nei Territori Palestinesi Occupati sono illegali. Gli avamposti sono considerati illegali anche secondo la legge israeliana.]

C/S: Negligenza dei soldati israeliani espone bambini palestinesi a rischio sul tragitto verso la scuola, colline a Sud di Hebron

dicembre 28, 2012 at 8:57 pm
At-Tuwani – 26 dicembre, 2012

Oggi la scorta militare israeliana ha lasciato incustoditi tredici bambini palestinesi di Tuba e di Magayir Al-Abeed lungo la strada per la scuola vicino all’avamposto israeliano di Havat Ma’on. Questo tratto è pericoloso poiché i bambini sono stati più volte attaccati dai coloni dell’avamposto. La scorta ha avuto oltre un’ora di ritardo all’andata ed al ritorno non si è presentata, senza dare spiegazioni. Dopo due ore di attesa, tra l’avamposto e il villaggio palestinese di At-Tuwani, alcuni internazionali hanno accompagnato a casa i bambini attraverso una strada più lunga (circa un ora invece di venti minuti) nella quale si verificano comunque aggressioni da parte dei coloni.

La scorta militare è stata istituita nel 2004 dal “Comitato per i Diritti dell’Infanzia” della Knesset, per proteggere i bambini a seguito dei diversi attacchi dei coloni di Havat Ma’on susseguitisi dal 2001 sul tragitto che porta a scuola.

C/S: Ancora sotto scorta militare il pericoloso tragitto per la scuola dei bambini di Tuba e Magayir Al Abeed

settembre 5, 2012 at 7:17 am

2 Settembre 2012

At-Tuwani – Nella giornata del 2 settembre è iniziato il nuovo anno scolastico nel villaggio di At-Tuwani e in gran parte dei Territori Palestinesi Occupati.  Per raggiungere la scuola di At-Tuwani, i bambini palestinesi dei villaggi di Tuba e Maghayir al Abeed, di età compresa tra i 6 e i 15 anni, percorrono di solito la via più breve (circa 20 minuti di cammino) che passa tra l’insediamento israeliano di Ma’on e l’avamposto di Havat Ma’on (Hill 833) e che rappresenta la principale strada di collegamento fra i villaggi di provenienza e At-Tuwani.

C/S: Doppia negligenza nello stesso giorno dell’esercito israeliano addetto alla scorta

ottobre 18, 2011 at 8:31 am

(english follows)

17 ottobre 2011

At-Tuwani – Il giorno 16 ottobre i militari israeliani non hanno effettuato la scorta ai bambini di Tuba e Maghair al Abeed che, per dirigersi alla scuola di At-Tuwani, devono passare tra la colonia di Ma’on e l’avamposto di Havat Ma’on. Dato che numerose volte i coloni israeliani hanno attaccato e spaventato gli scolari palestinesi, i militari israeliani sono obbligati ogni giorno a scortare i bambini nel tragitto da e per la scuola.

C/S: L’assenza della scorta militare mette in pericolo i bambini palestinesi di Tuba e Maghayir Al-Abeed

giugno 11, 2011 at 11:15 am

11 Giugno 2011

At-Tuwani – Nella mattinata di sabato 11 giugno, la scorta militare che accompagna i bambini palestinesi dei villaggi di Tuba e Maghayir Al-Abeed alla scuola di At-Tuwani non si è presentata e i bambini hanno dovuto percorrere il tragitto da soli, rischiando così di essere attaccati dai coloni dell’insediamento di Ma’on e dell’avamposto di Havat Ma’on.

C/S: L’inefficenza della scorta dell’IDF mette in pericolo i bambini palestinesi di Tuba e Maghayir al Abeed

gennaio 19, 2011 at 7:47 pm

COMUNICATO STAMPA

L’inefficenza della scorta dell’IDF mette in pericolo i bambini palestinesi di Tuba e Maghayir al Abeed

[Note: secondo la IV Convenzione di Ginevra, la II Convenzione dell’Aja, la Corte Internazionale di Giustizia e numerose risoluzioni ONU, tutti gli insediamenti israeliani nei Territori Palestinesi Occupati sono illegali. Gli avamposti sono considerati illegali anche secondo la legge israeliana.]

Colline a sud di Hebron-19 Gennaio 2011

At-Tuwani – Nella giornata di Mercoledì 19 gennaio, i bambini palestinesi di Tuba e Maghayir al Abeed sono stati minacciati in due occasioni da coloni israeliani dell’avamposto israeliano di Havat Ma’on (Hill 833).

Report: The Dangerous Road to Education – Palestinian Students Suffer Under Settler Violence and Military Negligence

dicembre 31, 2010 at 3:41 pm

COMUNICATO STAMPA
Report: The Dangerous Road to Education – Palestinian Students Suffer
Under Settler Violence and Military Negligence

31 Dicembre 2010

Operazione Colomba (Corpo Nonviolento di Pace dell’Associazione “Comunità Papa Giovanni XXIII”) e Christian Peacemaker Teams annunciano la pubblicazione del rapporto 2009-2010 relativo alla scorta militare israeliana per i bambini palestinesi dei villaggi di Tuba e Maghaiyr al-Abeed.

Ogni giorno, una media di 18 bambini palestinesi si reca ad At-Tuwani per poter frequentare la scuola. Per raggiungere la scuola, i bambini percorrono di solito la via più breve che divide l’insediamento israeliano di Ma’on dall’avamposto israeliano di Havat Ma’on (Hill 833).

Dal 2001 i coloni israeliani dell’avamposto di Havat Ma’on hanno attaccato ripetutamente i bambini durante il tragitto da e per la scuola, ma solo nel novembre del 2004 le autorità israeliane hanno istituito una scorta militare quotidiana. Nonostante la presenza della scorta, da novembre 2004 a gennaio 2010 i bambini sono stati vittime della violenza dei coloni 104 volte.

C/S: L’inefficenza della scorta dell’IDF mette in pericolo i bambini palestinesi di Tuba e Maghayir al Abeed

maggio 4, 2010 at 9:23 am

L’inefficenza della scorta dell’IDF mette in pericolo i bambini palestinesi di Tuba e Maghayir al Abeed

[Note: secondo la IV Convenzione di Ginevra, la II Convenzione dell’Aja, la Corte Internazionale di Giustizia e numerose risoluzioni ONU, tutti gli insediamenti israeliani nei Territori Palestinesi Occupati sono illegali. Gli avamposti sono considerati illegali anche secondo la legge israeliana.]

3 maggio 2010

At-Tuwani – Nella giornata di domenica 2 maggio, i bambini palestinesi di Tuba e Maghayir al Abeed sono stati inseguiti in due occasioni da coloni israeliani dell’avamposto israeliano di Havat Ma’on (Hill 833).

Nella prima occasione, due coloni a cavallo, uno dei quali mascherato, hanno rincorso i bambini lungo il tragitto verso scuola, mettendoli in fuga. Dall’inizio del 2005, ogni mattina i bambini attendono dal villaggio di Tuba l’arrivo di una pattuglia dell’esercito israeliano incaricata di accompagnarli lungo il percorso più breve che, passando tra l’insediamento israeliano di Ma’on e l’avamposto illegale di Havat Ma’on, porta al villaggio di At-Tuwani, dove si trova la scuola elementare. La scorta ha il compito di proteggere i bambini dalle violenze dei coloni israeliani dell’avamposto di Havat Ma’on.

Ieri mattina i bambini hanno atteso per circa due ore l’arrivo della scorta militare che, nonostante le sollecitazioni degli attivisti internazionali e israeliani, non è mai arrivata. I bambini hanno perciò deciso di camminare lungo un sentiero più lungo (circa 4 km). Giunti nell’area di Meshaha, poco distante da At-Tuwani, due coloni a cavallo sono usciti dall’avamposto di Havat Ma’on e sono corsi in direzione dei bambini, mettendoli in fuga. Arrivati a circa 50 metri dai bambini e dagli attivisti internazionali, i coloni – di cui uno mascherato – hanno rallentato e sono tornati indietro.

I bambini hanno quindi dovuto deviare su una strada più lunga, arrivando a scuola alle ore 9.40 e perdendo quindi due ore di lezione.

C/S: Divieto di istruzione. La sofferenza dei bambini palestinesi nelle colline a sud di Hebron

aprile 25, 2010 at 10:19 am
COMUNICATO STAMPA
DIVIETO DI ISTRUZIONE. LA SOFFERENZA DEI BAMBINI PALESTINESI
TRA OCCUPAZIONE MILITARE ED ESPANSIONE DELLE COLONIE

Rapporto sulla scorta militare israeliana ai bambini palestinesi di Tuba e Maghayir al Abeed
(Anno scolastico 2008-2009)
[Nota: Secondo la IV Convenzione di Ginevra, la Convenzione dell’Aja, la Corte Internazionale di Giustizia e numerose risoluzioni delle Nazioni Unite tutti gli insediamenti e gli avamposti israeliani nei Territori Palestinesi Occupati sono illegali. La gran parte degli avamposti nei Territori Palestinesi Occupati, incluso Havat Ma’on (Hill 833), sono illegali anche secondo la legge israeliana.]

At-Tuwani – South Hebron Hills, 24 aprile 2010.

Sono circa 20 i bambini palestinesi, provenienti dai villaggi di Tuba e di Maghayir al-Abeed, che ogni giorno si recano ad At-Tuwani per poter frequentare la scuola elementare. Per raggiungere la scuola i bambini, di età compresa tra i 6 e i 14 anni, percorrono di solito la via più breve (circa 20 minuti di cammino) che divide l’insediamento israeliano di Ma’on dall’avamposto di Havat Ma’on (Hill 833) e che rappresenta la principale strada di collegamento fra i loro villaggi di provenienza e At-Tuwani.

Dal 2001 i coloni israeliani provenienti da Havat Ma’on hanno attaccato ripetutamente i bambini durante il tragitto da e per la scuola, ma solo nel novembre del 2004 le autorità israeliane hanno istituito una scorta militare quotidiana. Nonostante la presenza della scorta, da novembre 2004 a gennaio 2010 i bambini sono stati vittime della violenza dei coloni 99 volte.

I soldati addetti alla scorta in alcune situazioni non sono stati in grado di proteggere i bambini e spesso, arrivando in ritardo, li hanno esposti al rischio di attacchi durante l’attesa che può durare anche ore.Nel solo primo semestre dell’anno scolastico 2009-2010, i bambini hanno perso complessivamente più di 16 ore di lezione e atteso la scorta militare per più di 24 ore per poter tornare a casa.

Report: “Divieto di istruzione. La sofferenza dei bambini palestinesi tra occupazione militare ed espansione delle colonie”

aprile 25, 2010 at 10:18 am

Durante l’anno scolastico 2008-09 circa 20 bambini palestinesi, di età compresa tra i 6 e i 14 anni provenienti dai villaggi di Tuba e di Maghayir al-Abeed, hanno frequentato la scuola elementare di At-Tuwani. Per raggiungere la scuola i bambini percorrono di solito la via più breve che divide l’insediamento israeliano di Ma’on dall’avamposto di Havat Ma’on (Hill 833) e che rappresenta la principale strada di collegamento fra i loro villaggi di provenienza e At-Tuwani. A causa delle continue violenze da parte dei coloni israeliani a danno dei bambini palestinesi, si è resa necessaria una scorta militare israeliana per accompagnare quotidianamente i bambini durante questo tragitto. Nonostante la presenza della scorta, i coloni dell’insediamento di Ma’on e dell’avamposto di Havat Ma’on (Hill 833) hanno continuato a usare violenza contro i bambini, ostacolandone il viaggio di andata e di ritorno da scuola. Durante quest’anno scolastico i coloni hanno usato violenza contro i bambini in 10 occasioni. I soldati addetti alla scorta in alcune situazioni hanno fallito nel proteggere i bambini e spesso, arrivando in ritardo, li hanno esposti al rischio di attacchi durante l’attesa che a volte, sia prima che dopo la scuola, può durare anche ore. Inoltre, i soldati non scortano i bambini per l’intero tragitto e, spesso, si rifiutano di camminare con loro esponendoli di fatto alla violenza dei coloni che, in più di una occasione, li hanno attaccati proprio perché non scortati a piedi dall’esercito.

Leggi e scarica il rapporto: “Divieto di istruzione. La sofferenza dei bambini palestinesi tra occupazione militare ed espansione delle colonie” (pdf)