P/R: The Israeli military escort doesn’t fulfill his duty: Palestinian schoolchildren of South Hebron Hills still forced to wait, to lose hours of school and exposed to danger

gennaio 6, 2015 at 11:53 pm

(Italian follows)

January 6, 2015

At-Tuwani – South Hebron Hills, West Bank

During the last school-week, the Israeli military escort failed three times in accompanying the schoolchildren from the South Hebron hills villages of Tuba and Maghayir Al Abeed.

In order to reach the school of At-Tuwani, the Palestinian children, aged between 6 and 17 years, usually walk, accompanied by an Israeli military escort, through the shortest route (about 20 minutes) that passes between the Israeli settlement of Ma’on and the outpost of Havat Ma’on (Hill 833). This route is the main road linking their villages and At-Tuwani and it is dangerous for the children since they frequently suffer from the attacks and harassment of the settlers.

On January 4, the schoolchildren waited for the escort until 7:53 a.m. but the soldiers didn’t show up. The children had to attend an exam at 8:00 so, in order to not lose additional time, chose to go through an other longer path, in which they were attacked several times in the past. International volunteers accompanied them in place of the Israeli soldiers.

On December 31, the children arrived at the designated escort meeting place at 10.30 am in order to be accompanied from At Tuwani to Tuba, but the Israeli military escort wasn’t there. The children waited in the winter morning for the army until 11.45 a.m. The children chose to go through the very dangerous shortest route between Ma’on settlement and Havat Ma’on outpost without any escort.

On December 28, the schoolchildren arrived at the designated escort meeting place at 11.08 am, but the army wasn’t there. The children waited for the army until 11.45 am. After that the children chose to go home through an other longer path, but not less dangerous, accompanied by International volunteers in place of the Israeli escort.

In this half school year (from 24 August 2014 to 4 January 2015) Operation Dove volunteers, who monitor the Israeli military escort, collected the following data: on a total of 170 cases, six times the children were not escorted on their trip from and to school. In contravention of the protective mandate of the escort, in this half school year on 98,53% of the cases (on 136 of 170 recorded cases in which the volunteers monitored the military escort) the Israeli soldiers failed to fully complete the escort, not walking until the end of the settlement. Furthermore in this period on 23% of the cases the escort refused to walk with the children, as establish the agreement between the DCO and At-Tuwani major. On 49,4% of the mornings, the children were late to school by more than 5 minutes due to escort delay. The children lost 9 hours because of late or missing military escorts. On 54,1% of their school days, the children had to wait more than 5 minutes after school for the military escort. In the afternoons, the children waited it a total of 22 hours.

Operation Dove has maintained an international presence in At-Tuwani and South Hebron Hills since 2004.

Pictures: http://goo.gl/F9Y2VA

[Note: According to the Fourth Geneva Convention, the Hague Regulations, the International Court of Justice, and several United Nations resolutions, all Israeli settlements and outposts in the Occupied Palestinian Territories are illegal. Most settlement outposts, including Havat Ma’on (Hill 833), are considered illegal also under Israeli law.]

 

COMUNICATO STAMPA

La scorta militare israeliana non fa il suo dovere:

gli alunni palestinesi delle colline a sud di Hebron obbligati ancora ad aspettare, perdere ore di scuola e ancora esposti al pericolo

Gennaio 6, 2015

At Tuwani – Colline a sud di Hebron, Cisgiordania

Durante l’ultima settimana di scuola, la scorta militare israeliana non ha accompagnato tre volte gli alunni provenienti dai villaggi di Tuba e Maghayir Al Abeed, nelle colline a sud di Hebron.

Per raggiungere la scuola di At Tuwani, i bambini palestinesi, tra i 6 e i 17 anni, di solito camminano, accompagnati da una scorta militare israeliana, sulla strada più corta (circa 20 minuti) che passa tra la colonia israeliana di Ma’on e l’avamposto di Havat Ma’on (Hill 833). Questo percorso è la strada principale che collega i loro villaggi ad At Tuwani ed è pericoloso per i bambini dato che vi subiscono frequentemente attacchi e intimidazioni da parte dei coloni.

Il 4 gennaio gli alunni hanno aspettato la scorta fino fino alle 7:53, ma i soldati non si sono fatti vedere. I bambini dovevano sostenere un esame alle 8:00 così, per non perdere ulteriore tempo, hanno scelto di percorrere un altra strada più lunga, nella quale sono stati attaccati diverse volte in passato. Al posto dei soldati israeliani, sono stati accompagnati da volontari internazionali.

Il 31 dicembre i bambini erano arrivati al punto d’incontro designato con la scorta per essere accompagnati da At Tuwani a Tuba alle 10:30, ma la scorta militare non c’era. In quella mattina invernale i bambini hanno aspettato l’esercito fino alle 11:45. Poi, hanno scelto di percorrere la strada più corta, molto pericolosa, tra la colonia di Ma’on e l’avamposto di Havat Ma’on senza nessuna scorta.

Il 28 dicembre, gli alunni erano arrivati al punto d’incontro designato con la scorta alle 11:08, ma l’esercito non c’era. I bambini hanno aspettato l’esercito fino alle 11:45. Poi, hanno scelto di tornare a casa percorrendo una strada più lunga, ma non meno pericolosa, accompagnati da volontari internazionali, al posto della scorta israeliana.

In questa prima parte dell’anno scolastico (dal 24 agosto 2014 al 4 gennaio 2015) i volontari di Operazione Colomba, che monitorano la scorta militare, hanno raccolto i seguenti dati: su un totale di 170 casi, sei volte i bambini non sono stati scortati nei loro viaggi da e verso la scuola. In contravvenzione al mandato protettivo della scorta, in questa prima parte dell’anno scolastico nel 98,53% dei casi (136 dei 170 registrati in cui i volontari hanno monitorato la scorta militare) i soldati israeliani non hanno completato la scorta, non camminando fino alla fine della colonia. Inoltre in questo periodo nel 23% dei casi la scorta ha rifiutato di camminare con i bambini, come stabilisce l’accordo tra DCO e il sindaco di At Tuwani. Il 49,4% delle mattine, i bambini sono arrivati in ritardo a scuola più di 5 minuti a causa di un ritardo della scorta. I bambini hanno perso 9 ore di scuola a causa dei ritardi o dell’assenza della scorta militare. Il 54,1% dei loro giorni di scuola, i bambini hanno dovuto aspettare più di 5 minuti dopo la scuola per la scorta militare. I pomeriggi, i bambini hanno dovuto aspettare la scorta un totale di 22 ore.

Operazione Colomba mantiene una presenza costante nel villaggio di At-Tuwani e nell’area delle colline a sud di Hebron dal 2004.

Foto: http://goo.gl/F9Y2VA

[Note: secondo la IV Convenzione di Ginevra, la II Convenzione dell’Aja, la Corte Internazionale di Giustizia e numerose risoluzioni ONU, tutti gli insediamenti israeliani nei Territori Palestinesi Occupati sono illegali. Gli avamposti sono considerati illegali anche secondo la legge israeliana.]