Palestinians succesfully planted 60 olive trees in their own fields close to Avigayil outpost

febbraio 11, 2014 at 4:14 pm

On February 10 at 9.00 am twenty-five Palestinians men, women and children from Umm Dirit village went in the valley close to the illegal outpost of Avigayil to work their own land. They planted about sixty olive trees and plowed the fields using three horses. While the men were digging holes and plowing, the women brought the water to irrigate the new trees from the closest Palestinian well. On the place were also an Israeli activist, a B’Tselem operator and two internationals. The Israeli DCO officers and soldiers were watching from the outpost. At 11:30 the Palestinians finished their works without be interrupted.

Only one month ago the settlers from Avigayil put eleven barrels on the ground trying to build a new kind of border, illegally occupying those fields. Yesterday the Palestinians affirmed the right to access their own land and work on it.

To see the whole photogallery click here

Il 10 febbraio alle 9.00 venticinque palestinesi del villaggio di Umm Dirit uomini, donne e ragazzini sono andati davanti all’avamposto illegale di Avigayil a lavorare le terre di loro proprietà. Tutti insieme hanno piantato circa sessanta alberi di ulivo e arato i campi servendosi di tre cavalli. Mentre gli uomini hanno scavato le buche per gli ulivi e condotto gli animali da soma, le donne hanno portato le taniche d’acqua attingendo al vicino pozzo palestinese per irrigare i nuovi alberelli. Sul posto c’erano anche: un’attivista israeliano, un operatore di B’tselem e due internazionali. I soldati israeliani e gli ufficiali della DCO (District Coordination Office) stavano osservando la scena dall’avamposto. Alle 11:30 i palestinesi hanno finito i lavori senza essere interrotti.

Solo un mese fa i coloni di Avigayil avevano tentato di annettere illegalmente i medesimi campi all’avamposto, posizionando undici barili per segnare un nuovo confine. Ieri i Palestinesi hanno esercitato il legittimo diritto ad accedere alla loro proprietà.

Per vedere tutte le foto clicca qui