C/S: Due pastori palestinesi arrestati nelle colline a sud di Hebron

marzo 21, 2012 at 8:16 am

COMUNICATO STAMPA

Due pastori palestinesi arrestati nelle colline a sud di Hebron
Stretta collaborazione tra coloni israeliani e militari per gli arresti

21 marzo 2012

At-Tuwani – Nelle giornate del 19 e 20 marzo due ragazzi palestinesi sono stati arrestati rispettivamente dalla polizia e dall’esercito israeliano mentre pascolavano le loro greggi nell’area circostante il villaggio di At-Tuwani.


Intorno alle ore 17:00 del 19 marzo un pastore palestinese di 23 anni  è stato detenuto temporaneamente da alcuni soldati accompagnati dal capo della sicurezza della colonia di Ma’on e da un colono dell’avamposto illegale di Havat Ma’on. Il ragazzo si trovava al pascolo nella valle di Shaab al Shamste a poche centinaia di metri dal villaggio palestinese di Tuba. La polizia ha arrestato il pastore intorno alle 18:30 dopo averlo trattenuto al freddo per più di un’ ora.
Il giovane è stato rilasciato intorno a mezzanotte dietro il pagamento di una cauzione di 500 shekel.
Alle ore 11:15 del 20 marzo un pastore palestinese ventiduenne è stato dapprima allontanato dal pascolo ed in seguito arrestato dall’esercito israeliano, ancora una volta in presenza del responsabile della sicurezza di Ma’on. Secondo testimonianze palestinesi i soldati hanno minacciato il ragazzo prima di caricarlo sul blindato.
Intorno alle 16:00 il palestinese è stato rilasciato dopo essere stato trasferito nella stazione di polizia di Kyriat Arba.
La collina sulla quale il palestinese si trovava al pascolo è sito di espansione della colonia di Ma’on dal 2009. Inoltre da settembre 2011 cinque nuovi edifici sono in costruzione sulla sommità della collina, limitandone ulteriormente l’accesso ai palestinesi della zona.
In nessuno dei due casi è stato comunicato alcun capo d’accusa né agli osservatori internazionali presenti, né agli avvocati impegnati nei casi.
Il fatto che l’esercito agisca in collaborazione con coloni israeliani rappresenta una consuetudine nell’area delle colline a sud di Hebron . In dieci casi dall’inizio dell’anno i volontari internazionali hanno rilevato la coordinazione tra i soldati ed il responsabile della sicurezza della colonia di Ma’on, vigilante privato israeliano, durante azioni dell’esercito volte all’allontanamento o all’arresto di pastori.
Sale a sette il numero di pastori arrestati nel corso dell’ultimo mese.
Ciononostante, le comunità palestinesi delle colline a sud di Hebron sono fortemente impegnate nell’affermare i propri diritti e a resistere in modo nonviolento all’occupazione israeliana.

Operazione Colomba mantiene una presenza costante nel villaggio di At-Tuwani e nell’area delle colline a sud di Hebron dal 2004.

Foto dell’incidente: http://goo.gl/ldRvC



[Note: secondo la IV Convenzione di Ginevra, la II Convenzione dell’Aja, la Corte Internazionale di Giustizia e numerose risoluzioni ONU, tutti gli insediamenti israeliani nei Territori Palestinesi Occupati sono illegali. Gli avamposti sono considerati illegali anche secondo la legge israeliana.]

 

PRESS RELEASE
Two Palestinian shepherds arrested in the South Hebron Hills
Close collaboration between Israeli settlers and the Army for the arrests

March 21st , 2012
At-Tuwani –  On March 19th and 20th two Palestinian boys were arrested by the police and the Army respectively while grazing on the hills surrounding the village of At Tuwani.
On March 19th at around 5:00 pm a twentythree year old Palestinian shepherd was temporarily detained by the Army accompanied by the chief security of Ma’on settlement and by a settler coming from the illegal outpost of Havat Ma’on. The young man was pasturing in Shabel Shamsti Valley, not far from the Palestinian village of Tuba. Then the police arrived and arrested the shepherd at 6:30 pm after holding him in the cold for over one hour.
He was released at around midnight the same day after the payment of a bail of 500 shekel.
On March 20th at 11:15 am a twenty year old Palestinian shepherd was dismissed from the site where he was grazing at first, and later arrested by the Israeli Army, again in presence of Ma’on’ security chief. Attending to Palestinian testimonies, the soldiers threatened him of physical violence before taking him on the armoured vehicle.
At around 4:00 pm the Palestinian was released after having been transferred to Kyriat Arba police station.
The Palestinian was grazing on a hill on top of which the Ma’on settlement is bringing on its expansion since 2009. Furthermore, since September 2011 five new buildings are under construction on top of the hill, limiting further on the access to the Palestinians of the area.
Any charge was declared in any of the episodes, neither to the International observers present during the incidents, nor to the lawyers following the cases.
The fact that the Army operates in collaboration with the Israeli settlers is a custom in the South Hebron Hills. In ten cases since the beginning of the year the International volunteers have registered the coordination between the soldiers and the Ma’on’ security Safety Officer, a private Israeli security guard, in military operations aimed to send away or arrest the Palestinian shepherds.
The number of Palestinian shepherds arrested in the last month has now risen to seven.
Nevertheless, the Palestinian communities in the South Hebron Hills are strongly involved in affirming their rights and resist to the Israeli occupation choosing the nonviolent way.
Operation Dove has maintained an international presence in At-Tuwani and South Hebron Hills since 2004.

Pictures of the incident: http://goo.gl/ldRvC

[Note: According to the Fourth Geneva Convention, the Hague Regulations, the International Court of Justice, and several United Nations resolutions, all Israeli settlements and outposts in the Occupied Palestinian Territories are illegal. Most settlement outposts, including Havat Ma’on (Hill 833), are considered illegal also under Israeli law.]