C/S: L’espansione della colonia israeliana di Karmel impedisce agli abitanti del villaggio beduino di Umm Al Kheer di accedere alla propria terra, Colline a Sud di Hebron

giugno 9, 2013 at 6:59 am

8 Giugno, 2013

At-Tuwani – Sabato 8 giugno un anziano palestinese del villaggio beduino di Umm Al Kheer, Suleiman Aid Yamin Hadlin, è stato detenuto per più di tre ore dall’esercito israeliano mentre affermava il diritto di accedere alla propria terra. Negli ultimi due giorni i soldati hanno vietato ai palestinesi di Umm Al Kheer di accedere alla propria terra fino a domenica mattina, senza mostrare alcun ordine ufficiale scritto.

La terra in questione si trova su una collina appartenente alla famiglia Hadlin. Sulla sua cima i coloni dell’insediamento israeliano di Karmel nel 2011 hanno piantato degli aberi di ulivo, e circa due settimane fa costruito una piccola tenda. Due giorni fa i coloni hanno iniziato a scavare dei buchi nel terreno con l’intenzione di piantare altri alberi per completare la linea che taglierebbe tutta la lunghezza della collina, impedendo così ai Palestinesi l’accesso alle terre che si trovano al di là. Questa collina viene attraversata quotidianamente dai pastori palestinesi dal momento che è l’unica via per raggiungere i pascoli circostanti.

Sabato 8 giugno, tre pastori palestinesi con le loro greggi, insieme ad altr palestinesi di Umm Al Kheer, alcuni attivisti israeliani e volontari internazionali sono stati scacciati dalla collina dall’esercito israeliano.\ Suleiman è invece rimasto sul posto per affermare il diritto di accedere alla propria terra, fino a quando non è stato portato via, dopo essere stato caricato su una jeep dell’esercito. Secondo la sua testimonianza, è stato bendato, picchiato e portato in giro dai soldati cambiando jeep più volte. L’anziano uomo è stato detenuto per più di tre ore finché non è stato rilasciato, senza alcuna spiegazione, nel villaggio palestinese di Ar Rakeez.

Umm Al Kheer è un villaggio palestinese beduino nell’area C (sotto l’amministrazione civile e militare israeliana) costruito nel 1948. Si trova a ridosso di Karmel, colonia israeliana costruita all’inizio degli anni Ottanta, e tuttora in espansione. Questo villaggio subisce attacchi periodici da parte dei coloni e dall’esercito israeliano.

 

Operazione Colomba mantiene una presenza costante ad At-Tuwani e nelle Colline a Sud di Hebron dal 2004.

Foto dell’incidente: http://snipurl.com/277q3sh

Video dell’incidente: presto disponibili

[Note: secondo la IV Convenzione di Ginevra, la II Convenzione dell’Aja, la Corte Internazionale di Giustizia e numerose risoluzioni ONU, tutti gli insediamenti israeliani nei Territori Palestinesi Occupati sono illegali. Gli avamposti sono considerati illegali anche secondo la legge israeliana.]

 PRESS RELEASE

Expansion of the Israeli settlement of Karmel prevents inhabitants of the Bedouin village of Umm Al Kheer from accessing their land, South Hebron Hills

 

June 8th, 2013

 

At-Tuwani – On Saturday June 8 an old Palestinian man from the village of Umm Al Kheer, Suleiman Aid Yameen Hadleen, was detained for more than three hours by the Israeli army while affirming his right to access his own land. In the last two days the soldiers denied the Palestinians from Umm Al Kheer the access to their own land until Sunday morning, without any official order.

The above-cited land is on a hill that belongs to Hadleen family. On the top of it the settlers of Karmel Israeli settlement in 2011 planted some olive trees and about two weeks ago built a small tent. Two days ago the settlers started to dig holes on the ground with the intention of planting more olive trees in a row that would go along the top of the hill, preventing Palestinians to enter the land behind it. That hill is crossed everyday by Palestinian shepherds, since it is the only way that takes to the valleys grazed by their sheep.

On Saturday June 8, three Palestinian shepherds with their flocks, together with other Palestinians, Israeli activists and international volunteers were chased away from the top of the hill by the Israeli army. Suleiman remained on the place in order to affirm the right to access his privately-owned land until he was brought into one of the army jeeps present on the place. According to his statement, he was blindfolded, beaten and driven around in different army jeeps. The soldiers also prevented him from praying. He was detained for more than three hours and left with no explanation in the Palestinian village of Ar Rakeez.

Umm Al Kheer is a Bedouin village in Area C (under Israeli civil and military administration) built in 1948. It is located nearby the Israeli settlement of Karmel built up in the beginning of the ’80s and still expanding. The village experiences periodic harassment from Israeli settlers and army.

 

Operation Dove maintains a constant presence in At-Tuwani and South Hebron Hills since 2004.

Pictures of the incident: http://snipurl.com/277q3sh

Video of the incident: available soon

[Note: According to the Fourth Geneva Convention, the Hague Regulations, the International Court of Justice, and several United Nations resolutions, all Israeli settlements and outposts in the Occupied Palestinian Territories are illegal. Most settlement outposts, including Havat Ma’on (Hill 833), are considered illegal also under Israeli law.]