C/S: Le comunità palestinesi delle colline a sud di Hebron tornano a manifestare contro l’occupazione israeliana e per rivendicare i propri diritti

novembre 27, 2010 at 3:16 pm
COMUNICATO STAMPA
LE COMUNITA’ PALESTINESI DELLE COLLINE A SUD DI HEBRON TORNANO A MANIFESTARE CONTRO L’OCCUPAZIONE ISRAELIANA E PER RIVENDICARE I PROPRI DIRITTI

[Note: secondo la IV Convenzione di Ginevra, la II Convenzione dell’Aja, la Corte Internazionale di Giustizia e numerose risoluzioni ONU, tutti gli insediamenti israeliani nei Territori Palestinesi Occupati sono illegali. Gli avamposti sono considerati illegali anche secondo la legge israeliana.]

27 Novembre 2010 / At-Tuwani, Colline a sud di Hebron

Il Comitato Popolare delle colline a sud di Hebron ha organizzato nei giorni di giovedì 25 e venerdì 26 novembre due azioni pacifiche e nonviolente per denunciare i soprusi che quotidianamente la popolazione di quest’area subisce da parte di esercito e coloni israeliani. La mattina di giovedì 25 novembre, al termine delle lezioni, i bambini della scuola di At-Tuwani, assieme ad alcuni abitanti del villaggio, ai docenti e agli internazionali presenti, hanno manifestato in segno di solidarietà verso i compagni provenienti dai vicini villaggi di Tuba e di Maghayir al Abeed e per protestare contro la negligenza della scorta militare israeliana che ogni giorno dovrebbe garantirne la sicurezza nel tragitto da e per la scuola.

Video: Children solidarity march in At-Tuwani

novembre 27, 2010 at 8:35 am

At-Tuwani: marcia silenziosa di solidarietà con i bambini di Tuba e Maghayir al Abeed

novembre 26, 2010 at 7:04 am

Ha’aretz: Sheep droppings sparks rift between settlers and Bedouin

novembre 25, 2010 at 7:01 am

Fonte: Ha’aretz / 25.11.2010

By Chaim Levinson

Every morning, Yamna Hadlin wakes up before dawn in her home village of Umm al-Hir to bake pita bread for her family. She is a woman of limited financial means. Very few men in the village, which is home to the Jahalin tribe of Bedouin Arabs, draw a regular income. The women are housewives. Breakfast for the family usually consists of cheeses and pita breads warmed up in the family’s wood fire oven.

The family lives in a huge stone building the size of a cave. It was built 30 years ago by Hadlin’s father.

Inside, piles of ember are stored alongside sheep droppings which are used to feed the fire.

When it comes time to bake the pita bread, stones are placed in the oven and the dough is laid on top of them. It is used to bake bread that feeds 12 families who reside in the area.

Continua l’espansione dell’avamposto di Havat Ma’on

novembre 22, 2010 at 7:16 pm

Da circa una settimana monitoriamo la costruzione di una nuova struttura fuori dall’avamposto di Havat Ma’on. I quattro pali in legno piantati nella roccia e cementati si trovano a circa 600 metri in linea d’aria dall’avamposto, poco distante dalla collina dove l’avamposto era stato costruito ed evacuato nel 1999. Benché tutte le colonie israeliane siano illegali secondo il diritto internazionale, gli avamposti sono considerati illegali anche secondo la stessa legge israeliana. Per questo motivo allo stato attuale, l’avamposto ha già ricevuto due ordini di evacuazione da parte del ministero della Difesa israeliano, mai resi operativi.

Clicca qui per vedere la mappa dettagliata da Google Maps

At-Tuwani: Soldati israeliani detengono cinque bambini palestinesi nelle colline a sud di Hebron

novembre 22, 2010 at 6:19 pm

21 Novembre 2010

At-Tuwani – La mattina del 21 novembre, l’esercito israeliano ha detenuto cinque bambini palestinesi con l’accusa di aver lanciato delle pietre.

Dall’inizio del 2005, ogni mattina i bambini attendono dal villaggio di Tuba l’arrivo di una pattuglia dell’esercito israeliano incaricata di accompagnarli lungo il percorso più breve che, passando tra l’insediamento israeliano di Ma’on e l’avamposto illegale di Havat Ma’on, porta al villaggio di At-Tuwani, dove si trova la scuola elementare. La scorta ha come obiettivo (quello di) proteggere i bambini dalle violenze dei coloni israeliani dell’avamposto di Havat Ma’on.

La mattina del 21 novembre i bambini stavano aspettando da più di un’ora vicino agli allevamenti di polli situati alla fine dell’insediamento di Ma’on quando, intorno alle ore 8.50, sono arrivati i soldati che avrebbero dovuto scortarli lungo la strada per la scuola. Tuttavia, i soldati, anziché scortare i bambini, si sono fermati a parlare con la guardia di sicurezza dell’insediamento, mentre i bambini aspettavano in strada. Nel frattempo, due coloni sono passati accanto ai bambini.

B’Tselem /By Hook and by Crook: How to build an illegal settlement

novembre 8, 2010 at 12:19 pm

Video: Festival della resistenza nonviolenta, At-Tuwani 2010

novembre 5, 2010 at 8:19 am

Campagna BDS: Una nuova ferrovia israeliana passa attraversa zone palestinesi nei territori occupati

novembre 1, 2010 at 3:35 pm
Un nuovo rapporto pubblicato da “Chi trae beneficio dall’Occupazione”, un progetto di ricerca della Coalizione di Donne per la Pace (Israele) dice: Si sta costruendo una nuova ferrovia tra Gerusalemme e Tel Aviv che attraversa, contro la legge, il territori occupati Palestinesi in due aree, con costo enorme per le comunità palestinesi. Compagnie europee sono coinvolte nel progetto di costruzione della nuova linea ferroviaria, e tra queste l’italiana Pizzarotti.


Per leggere il rapporto completo (in inglese) seguite il link:
http://www.whoprofits.org/articlefiles/WP-A1-Train.pdf

Sommario:

Un nuovo treno di alte velocità tra Gerusalemme e Tel Aviv, i due principali centri metropolitani, con due o tre treni ogni ora per un percorso della durata di 28 minuti. La nuova ferrovia, qualche volta chiamata treno A1, è una dei più grandi progetti di infrastruttura che il governo israeliano abbia realizzato negli ultimi anni.

Tuba: Esercito israeliano arresta giovane palestinese sulle colline a sud di Hebron

novembre 1, 2010 at 9:57 am

COMUNICATO STAMPA
Esercito israeliano arresta giovane palestinese sulle colline a sud di Hebron

Tuba, Colline a sud di Hebron – Territori Palestinesi Occupati

Nella mattina di sabato 30 ottobre, alle ore 10:30 circa, l’esercito israeliano ha arrestato un giovane palestinese nei pressi del villaggio palestinese di Tuba, sulle colline a sud di Hebron. Il ragazzo è stato fermato mentre riprendeva con la propria telecamera i militari israeliani che scacciavano altri due giovani pastori palestinesi del villaggio di Tuba.

I pastori palestinesi, accompagnati da volontari di Operazione Colomba (corpo nonviolento dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII), stavano pascolando già dalla prima mattinata nell’area di Umm Zeitouna, su terre di proprietà dei palestinesi.